Dal massaggio al trattamento

Oggi è venuta una mia cliente e mi ha detto:
-la devi piantare di chiamare il tuo lavoro Massaggio è troppo limitativo devi trovare un altro modo per definirlo…. ?!?…
Penso che la signora abbia ragione: dopo tanti anni di studio ed esperienza pratica posso dire che quello che succede quando lavori sul corpo ha a che fare con l’alchimia…
Ogni persona ha un mondo dentro e i dolori di schiena, collo , mani, piedi , disagi e tensioni dovuti a posture lavorative non sono altro che auto-limitazioni al bene di vivere … un sentirsi scomodo nel proprio corpo e per liberarlo a volte basta una semplice consapevolezza di se stessi.
Io cerco questo, non solo per far sparire i sintomi , che di solito già dal primo trattamento si alleggeriscono, ma perchè se si capiscono quali sono le cause spesso silenti che portano a quel dolore o a quella tensione e’ molto difficile che torni .
La mia tecnica è dolce, profonda e non invasiva e permette alla persona di prendere consapevolezza di se stessa e quindi di prolungare il benessere ottenuto dal trattamento oltre il trattamento stesso. ,
Insegno inoltre delle semplici e antiche tecniche per mantenere il benessere ottenuto dal trattamento il piu’ a lungo possibile.
Per questo lavoro anche con bambini, in presenza dei genitori, nell’eta’ dello sviluppo quando si sentono ” stretti nel loro corpo”
oppure con adolescenti per farlo sentire il corpo e non baipassarlo
o con le donne che aspettano un figlio o lo hanno appena avuto
Quindi da ora in poi faccio trattamenti di benessere .

Parliamo di respirazione

Ancora una volta oggi nel trattare una cliente mi sono resa conto di quanta importanza abbia la respirazione nella nostra vita . Di quanto una respirazione profonda possa cambiare il livello della nostra vita . Quella che sto facendo è una riflessione ad alta voce, non datela per scontata, ma semplicemente sentite se vi risuona e se sentite che sono cose vere, sperimentate …..Siete tranquilli e rilassati ? Provate a soffiare fuori tutta l’aria che avete nei polmoni, inspirate col naso ed espirate colla bocca per una ventina di volte di seguito, il piu’ velocemente possibile…. sentirete una sensazione strana… dovuta a una mancanza di ossigeno, che a lungo andare puo’portare a forti emicranie e a respiro corto, respiro affannoso, stati d’ansia o addirittura svenimenti. Allora, non pensate che valga la pena di dare piu’ attenzione al respiro o meglio usare un nuovo tipo di respirazione che ci permetta di immagazzinare più ossigeno ?
Per fare questo dovremmo avvalerci, semplicemente, del nostro diaframma che è un piccolo muscolo che si trova al di sopra al di sopra dello stomaco e che nella normale respirazione non viene praticamente quasi mai usato. Durante la respirazione profonda il diaframma viene gonfiato e spingendo tutti gli organi interni contro la cassa toracica, massaggiandoli.
Una respirazione profonda non solo aumenta il nostro rifornimento di ossigeno, ma migliora la peristalsi intestinale, scongiurando malattie dovute a una cattiva digestione, assimilazione o eliminazione nell’intestino, maggiore eliminazione di tossine e scarti metabolici,con notevole giovamento a tutto il corpo e ringiovamento del tessuto cellulare, un aumento della capacità polmonare evitando patologie legate alle vie respiratorie e al tratto orofaringeo , facendo sparire Il respiro corto e affannoso.Grande giovamento ne avrà anche il vostro sistema cardiocircolatorio, perchè una maggior quantità di ossigeno nel sangue permette al cuore di svolgere meglio il proprio lavoro e con minor fatica.
La domanda che mi viene fatta è come faccio a farla , non ho tempo di fare nè yoga, nè meditazione, E’ molto piu’ facile di quanto si possa immaginare, bisogna semplicemente riabituarsi a respirare con il diaframma, che usavamo correttamente alla nascita, fino ad un certo periodo dell’infanzia, ma che la vita stressante ci ha fatto modificare con quella pettorale , meno profonda e piu’ superficiale : vado in guerra senza sentire le emozioni…
Per riabituarci basterà gonfiare la pancia nell’ispirazione e sgonfiare la pancia contraendo l’addome in fase di espirazione. Per essere sicuri di farlo corretamente mettetevi una mano sul petto e una sulla pancia, se la vostra respirazione sarà profonda e corretta il vostro torace non si allargherà , ma la vostra pancia si . Provate per un mese dieci minuti al giorno … gli egiziani dicevano 3 minuti al mattino in piedi , 3 minuti a mezzogiorno seduti e 3 minuti alla sera stesi sul letto …. Provate per un mesetto e vi renderete conto che non solo Vi sentirete piu’ leggeri , ma dormirete e digerirete meglio e potreste anche perdere due chili senza faticare ….

possiamo ridurre la pancia col massaggio ?

La pancia piatta è uno dei nostri obiettivi per eccellenza, ma troppo spesso a causa della vita sedentaria, cattiva alimentazione e pigrizia , ci ritroviamo a sentirci inadeguate/i e con l’arrivo delle prime giornate di sole a vederci appesantiti senza sapere come fare ad eliminarla il prima possibile. Se i chili da eliminare sono pochi e non c’è un vero bisogno di un dietologo, in poco tempo si possono avere dei risultati ragguardevoli associando un po’ di attenzione all’alimentazione,  di attività fisica  e un buon massaggio .

Non dobbiamo patire la fame o fare delle diete con strane restrizioni, che poi si verrebbero a pagare col tempo, la cosa indispensabile è dare al corpo tutto cio’ di cui ha bisogno, calando un po’ le razioni , calando i carboidraiti e i cibi ricchi di grasso e di zucchero, preferire frutta e verdura a pasta e pane , bere acqua soprattutto lontano dai pasti e aggiungere qualche tisana calda mirata al nostro scopo.

I massaggi è preferibile farli in tutto il corpo, dando molta attenzione al ventre, per drenare i liquiidi, sciogliere gli eccessi adiposi, nutrire i tessuti , tonificarli, togliere l’effetto buccia d’arancia .

Il biomassaggio è molto indicato per raggiungere il nostro obiettivo, perchè lavorando sulla nostra centratura e sull’ascolto corporeo, aiuta a regolare l’appetito, donando armonia alla digestione e migliorando lo stato psicofisico

Non dobbiamo dimenticare l’attività fisica , le passeggiate fanno bene , ma per rimodellare la pancia e gli addominali bisogna aggiungere un po’ di ciclette, nuoto, corsa, non importa cosa, ma cercate di fare qualcosa con una costanza di 2 o 3 volte la settimana e cercate di  fare qualche serie di esercizi in casa alla sera o alla mattina, con costanza  e vedrete che in poco tempo ritornerete ad avere un ventre da invidia !!!!!

I massaggi servono per le occhiaia e le borse sotto gli occhi ?

Certamente, un grande giovamento si puo’ avere con il massaggio viso- testa dei monaci erranti, con un linfodrenggio viso collo o un linfodrenaggio Vodder
Molte sono le cause che possono provocare le occhiaia e  le borse sotto gli occhi:costituzione, cattiva alimentazione, vita irregolare, disturbi epatici o renali, ritenzione idrica, troppo calore o luce, cattiva digestione e soprattutto lo stress.

Una cosa molto semplice è cercare di andare a letto prima di mezzanotte e  di dormire almeno 7-8 ore e soprattutto  bere, perchè le occhiaia sono spesso causate dalla disidratazione.
Molto piacevole ed efficace è fare un infuso di camomilla o the verde , metterlo in frigorifero e fare degli impacchi agli occhi con dei dischetti di cotone per almeno un quarto d’ora oppure mettere delle garze bagnate e avvolte come se fossero delle arance in freezer, aspettare e picchiettare e tamponare sulla zona occhi e in tutto il viso, incluso il contorno sempre per un quarto d’ora

 


E se non si cura col massaggio?

Reconnective Healing eThe Reconnection di Eric Pearl
….
e quando ad un certo punto ti accorgi che il tempo diventa sempre piu’
veloce e tu non riesci a corrergli dietro forse è venuto il momento
della reconnective healing
perchè le cose inizieranno a venirti incontro senza che tu le rincorra
quando tu sei in equilibrio anche la salute che è una combinazione di
varie componenti fisiche , mentali e spirituali emotive è con te .
Come ? Non si sa .
Reconnective healing non corrisponde specificatamente a niente,ma
permette a voi stessi di tornare in equilibrio , come sta succedendo a
molti , allora  funziona, funziona e basta  !
La differenza tra Reconnective healing e Reconnection è nella finalità
Reconnective healing è essenzialmente una guarigione sia fisica ,
mentale ,emotiva, spirituale o di ogni altro genere – lo scopo della
Riconnection  è quello di portarci a riconnetterci con l’universo ,
con il nostro vero scopo nella vita . Le sessioni vengono fatte in
tempi diversi , stabiliti tra l’operatore e il cliente

Che tipo di massaggio mi consigli?

Dimmi tu …
hai bisogno di rilassarti ? Massaggio antistress
Ti senti molto gonfia ? Linfodrenaggio Phenakam
non riesci a mollare la tensione ? Ayurvedico monaci erranti 1 livello
sei molto stressato ? Ayurvedico monaci erranti 2 livello
vuoi rimodellarti ? Armonizzante
hai male hai piedi ? Riflessologia
sei in un momento che stai ristagnando e ti senti insoddisfatta della
tu vita ? Reconnective Healing eThe Reconnection di Eric Pearl

Dove hai studiato massaggio e altre terapie?

Sono diventata Naturopata Umanistica e Consulente in Biodiscipline
presso la Scuola di Naturopatia “ Ego Center di Parma” , dove ho
frequentato anche corsi di perfezionamento per altre tecniche di
massaggio :

  • Tecniche ayurvediche
  • Diamant massage
  • Linfodrenaggio vodder
  • Riflessologia plantare 1/ 2 livello
  • Corso avanzato di tecniche di massaggio
  • Tecniche antistress

presso la scuola di Ayurveda di Milano Ananda Ashram

  • Massaggio ayurvedico 1-2 livello dei monaci erranti
  • Ubatan “Pelle di Luna”
  • Massaggio energetico spirituale
  • Massaggio ayurvedico del viso e della testa
  • Trattamento pindasveda

Casa del Tibet a Votigno

  • Massaggio Base Zen

Institute for Inner studies

  • 1 2 livello Pranic healing course
  • Reconnective Healing eThe Reconnection di Eric Pearl

Quanti massaggi devo fare perché funzioni?

Il corpo è una macchina e perché funzioni correttamente non dobbiamo
solo mettere benzina
ma controllare l’olio i freni , tenerla oliata…. per tutta la vita
Farsi massaggiare vuol dire entrare nell’ottica di prendersi cura per
sempre del proprio corpo e allora ci si ritrova che il corpo non solo
non invecchia, ma tante volte migliora visivamente
gambe gonfie che avrebbero potuto diventare pesantissime ( perchè le
aveva anche la mia nonna )
cominciano a migliorare e l’anno successivo sono quasi belle …. ma
allora erano le gambe il problema o il condizionamento che ci portava
a diventare come nostra nonna ?